Pubblicato da: faustocolombo | 31, luglio, 2010

Quando si dice vacanze…

Siamo con le valigie in mano, e mi piacerebbe pensare solo agli scarponcini e ai bastoni da passeggiata, quando succede di tutto nel Paese incerto, e mi scappa un’ultima nota per i naviganti.

Primo, il centralismo carismatico ha dato un’altra botta, da cui credo che uscirà sconfitto. Per leggere una bella ricostruzione da destra di quello che è successo, valga l’articolo di Flavia Perina sul Secolo d’Italia: un’interessante palestra di qualcosa di nuovo da quelle parti, ormai da parecchio tempo:

http://www.secoloditalia.it/stories/Politica/756_ma_non_convince_la_favola_berlusconiana/

Riflessioni a margine. Tutti a criticare quelli che dicevano che il berlusconismo era un regime. In effetti i criticoni avevano ragione. Il berlusconismo è come il fascismo senza la marcia su Roma, come il nazismo senza la notte dei cristalli: un regime potenziale che non riesce a sfondare e a realizzarsi perché le istituzioni tengono anziché crollare, a dispetto (forse) del popolo o della gente, o della maggioranza relativa sempre evocata e mai vista davvero. E’ stato innovativo? Forse sì, ma non è che le innovazioni sono buone per forza. Anche nazismo e fascismo sono stati innovativi (nel senso che hanno osato dove gli altri giustamente non osavano, nella violenza, nel culto della personalità e nella sopraffazione), e non sento le masse esultare, adesso. Quindi il regime non c’era, ma poteva arrivare, e lo può ancora. Ma le istituzioni sembrano tenere, speriamo bene. Quindi quelli che negavano il regime negavano solo un’esagerazione, ma si dimenticavano spesso di enunciare tutta la verità: adesso è difficile negare, in buona fede, dopo una cacciata dei dissidenti che solo i vecchi regimi e partiti comunisti operavano in questo modo.

Cosa succederà nel nostro smandrippato Paese? Vedo che la Chiesa dice finalmente parole chiare sulla deriva antidemocratica e sullo spavento molto sentito dai miei compaesani: è bene che sia così. Un’altra ammissione. Insomma, stiamo a vedere, e magari se ci sarà da fare qualcosa, ognuno nel suo piccolo, facciamolo, con calma.

Seconda nota: è passata al Senato la riforma dell’Università. Ci sono cose discutibili, cose buone e cose cattive. Ne riparleremo. Ma alcune sciocchezze non sono passate, perché erano sciocchezze. Chissà come la pensa l’ineffabile Professor Giavazzi, che l’altro giorno ha evocato la sua università perfetta, e guarda caso assomigliava alla Bocconi… Mah.

Buon vento naviganti. Stiamo stretti alle nostre idee. Ci proteggono, non si sa come.

Annunci

Responses

  1. Sono come Ulisse, legato alle mie idee
    Ma il vento tira forte…
    Buone vacanze

  2. incollata alle mie idee e alle mie convinzioni..speriamo questo vento non diventi burrasca.
    buon vento,allora…sperando diventi buono.. e soprattutto buone vacanze

  3. le nostre idee sono sacre, ci rendono liberi.
    Penso che finchè non saranno i votanti di
    questo esecutivo a dire basta, non ci sarà
    fine al peggio.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: