Pubblicato da: faustocolombo | 22, aprile, 2010

Una voce su Virgin Radio

Siccome in auto ascolto Virgin Radio, perché amo il rock, mi è capitato di incontrare di nuovo una voce, e di capire qualcosa di cosa significa fare cultura.

La voce che ho incontrato di nuovo è quella di Paola Maugeri, una figura storica di una bella stagione di MTV che ho avuto modo di seguire da vicino, qualche anno fa. Se non ricordo male ho incontrato Paola a una manifestazione di MTV a Roma, e ci è capitato di riattraversare la capitale, di notte, con l’aiuto di vari autisti improvvisati (per esempio due signore imbucate alla festa di MTV che guardavano Paola, che era stata sul palco tutta la sera come conduttrice, chiedendole: c’era anche lei?), chiacchierando del più e del meno.

Ora, su Virgin, Paola Maugeri tiene una rubrica di storia del rock. Lo fa con competenza e precisione, presentando un gruppo o un artista attraverso un brano campione. Il brano viene contestualizzato nel suo anno, con riferimenti ad eventi storici e musicali. Poi si passa alla figura del o degli artisti. Infine si spiegano le linee guida del pezzo, e lo si fa ascoltare.

Questa rubrica mi piace molto. Non solo come amante del rock. Anche come docente che si occupa di spiegare la cosiddetta cultura di massa. Ogni tanto mi chiedo se la cultura non diventa veramente di massa solo quando la si racconta in un certo modo, dandola per scontato. Quando la nostra analisi non fa che replicarne i modi, le logiche produttive, le facili ragioni del piacere immediato e di breve durata. E se non è proprio questa, la via per farla diventare cultura e basta: approfondirla, trattarla seriamente, collocarla in una dimensione storica vitale, mostrarne le connessioni e la “serietà”. Era, in fondo, l’intuizione dell’Umberto Eco studioso della cultura di massa, e in altre forme della sociologia critica. Un patrimonio da recuperare, magari anche attraverso le magnifiche chiacchierate su Virgin di Paola Maugeri.

Buon vento, Paola, se leggi questo blog (cosa che non credo davvero). Buon vento, rockettari (e studiosi di comunicazione di massa).

Annunci

Responses

  1. da buon rockettaro ho apprezzato anch’io tantissimo la presenza di Paola Maugeri su Virgin.
    Paola la ricordo gia’ al’inizio degli anni 90 su Videomusic (chi ha una certa eta’ ricorda sicuramente, un canale tematico pionieristico davvero!) in un programma musicale pomeridiano molto bello assieme ad un altro conduttore fuori di testa con la criniera punk alta mezzo metro. Era un bel programma dove sono passati dal vivo anche artisti rock allora esordienti che avrebbero fatto carriera (un paio di nomi su tutti: Nirvana e Kyuss, questi ultimi band stra-culto che e’ divenuta poi Queens of the stone age: chi ama questo tipo di rock capisce di cosa parlo. Un po’ come avere in studio i Led zeppelin o gli Who negli anni ’70, mica pizza e fichi!).
    Tra l’altro Paola e’ un’ottima bassista!
    chissa’ se passa di qui…
    Buon vento rock!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: