Pubblicato da: faustocolombo | 7, febbraio, 2010

Riflessioni su una vittoria

Mercoledì prossimo sarò a Torino, ospite di gentili colleghi che mi hanno invitato a partecipare a un incontro su come leggere un prodotto culturale.

Incontri sul senso

Confesso che – adesso che il momento si avvicina – mi pento un po’ di avere accettato. Sto correggendo le bozze dell’atlante sulla televisione cui ho dedicato un bel po’ di mesi e di energie, e che verrà ospitato dalle edizioni di Link. Sto preparando una specie di recital per la biblioteca di Monza, e le lezioni stanno per ricominciare. Insomma, ho davvero un bel po’ di lavoro. Comunque, siccome ogni promessa è debito, mi sto preparando un intervento che entrerà nel volume sulla storia dell’immaginario italiano dal Boom ad oggi (a marzo mi sono messo in testa di consegnare il capitolo sugli anni Ottanta). L’intervento è sui campionati del mondo di calcio del 1982 (vinti dalla nazionale italiana, se qualcuno non lo ricordasse).

Preparando il lavoro vengono a galla tante cose interessanti, di cui vi dò una breve anticipazione. Se come spero riuscirò a scrivere qualcosa di decente prima di mercoledì, vi posterò il testo.

In sostanza, la prima cosa notevole è che ci sono apparentemente molte cose in comune fra la vittoria del 1982 e quella del 2006: entrambe le volte la nazionale è avvolta dagli scandali. Nel 2006 tutto sta per scoppiare, ma nel 1982 – tanto per fare un nome – Paolo Rossi (che segnerà 6 gol e sarà capocannoniere) viene da una pesante squalifica. In entrambi i casi il primo turno non è esaltante (nell’82 Oliviero Beha sostiene addirittura che combinammo in qualche modo la partita decisiva con il Camerun), e comunque le attese non sono particolarmente calde. La fiducia monta nel tempo.

In entrambi i casi la politica fa capolino. Pertini sarà ospite alla finale contro la Germania, e Prodi seguirà insieme al ministro Melandri le ultime partite nel 2006. 

Ma poi, tutto è diverso. La telecronaca di Martellini non ha nulla a che vedere con quelle del 2006. Intanto un solo canale trasmette le partite (mentre vi saranno due telecronache, Rai e Sky nel 2006). Poi lo stile del commentatore (unico, mentre nel 2006, come ormai d’uso da molti anni) è di tipo più descrittivo e anodino che commentativo. Meno enfatico e “embedded”. Infine, non c’è paragone fra il sobrio rientro dei giocatori sull’aereo presidenziale, con visite ai palazzi delle isituzioni e poi il rapido scioglimento della squadra nel 19982 e il delirio trionfale neopagano del 2006, con i calciatori accolti da folle osannanti.

Anche un’analisi della stampa fa emergere grandi differenze. Ma di questo, magari, parleremo la prossima volta. Stay tuned.

Annunci

Responses

  1. In sostanza, la prima cosa notevole è che ci sono apparentemente molte cose in comune fra la vittoria del 1982 e quella del 2006: entrambe le volte la nazionale è avvolta dagli scandali.”

    beh, ma c’è una differenza enorme. Nel 2006 lo scandalo avviene a maggio, 1 mese prima dei mondiali: quando iniziano i mondiali, lo scandalo è ancora freschissimo (infatti i processi sono in corso). Mentre l’altro scandalo a cui fai riferimento tu, avviene nel marzo 1980 (e influenza l’europeo 1980 ma influenza ben poco i mondiali del 1982)

  2. @hamlet: esatto. ma si discute molto se sia morale o meno far giocare Rossi, appena riabilitato 3 e tornato dalla squalifica. E’ tutto paradossalmente più evidente, perché siamo a monte di tangentopoli, a monte dei molti scandali del calcio italiano. Ma quello scandalo, il primo che toglie innocenza allo sport più amato nel Bel Paese, è anche un segnale che non si vuole vedere, e la vittoria ai mondiali lava una volta per tutte (?) quell’onta, riabilitandone uno dei protagonisti.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: