Pubblicato da: faustocolombo | 16, ottobre, 2009

Quello che la Tv (non) può fare

Ricevo dal mio amico Silvano, e pubblico: che dire? Un uso che giudico indegno del mezzo televisivo e in generale dell’informazione.

http://www.tvblog.it/post/16215/mattino-cinque-pedina-lo-stravagante-giudice-del-lodo-mondadori

Lo dico come professore, lo dico come cittadino, lo dico come padre: è ora di ritrovare le regole della comunicazione, un minimo di etica e di deontologia. Tutti perdiamo, altrimenti. Tutti, anche gli autori di questi servizi. Morale kantiana (da Immanuel, non da Eva Kant): sarebbero d’accordo se qualcuno li spiasse nello stesso modo?

Annunci

Responses

  1. Grazie Fausto, questa cosa non può essere passata sotto silenzio. È lo svilimento di una professione. Infatti io da collega, così scriverei all’autrice del “servizio”:

    Carissima,
    sono un tuo collega un po’ “più anziano”. Ho visto il tuo servizio sul giudice Mesiano e sono sobbalzato sulla sedia.
    Perché una giovane giornalista come te si presta a pedinare con una telecamera un giudice, a fare un servizio in cui non c’è una sola notizia (la stravaganza non lo è, altrimenti saremmo quasi tutti delle notizie che camminano)? Perché quelle stupide ironie sull’abbigliamento di una persona di una certa età? Dove sta la notizia? Uno che fuma tanto, cammina nervosamente in attesa di un barbiere è uno stravagante? Cosa significa “le stravaganze a cui ci ha abituato”? Ma quali, quando? Ti riferisci alla sentenza, forse? O a quali altri episodi? Che c’è di strano a fermarsi a un semaforo o a sedersi su una panchina? E poi dove credi che si fermi il diritto di cronaca rispetto alla violazione della privacy, tanto invocata dal nostro premier? Ti rendi conto che così si addita alla gogna una persona? Che lo si espone ai pericoli dei fanatici che circolano?

    Perché noi giornalisti stiamo tutti contribuendo con il nostro lavoro a imbarbarire il clima di questo benedetto paese?
    Te lo dico con tutta la comprensione umana possibile, quel servizio è una vergogna, una vergogna che ti sarà difficile cancellare.
    E mi dispiace che persone giovani come te vengano trascinate in queste operazioni di sciacallaggio, che nulla hanno a che vedere con il giornalismo.
    Ribellati, sinché sei in tempo. Se il tuo sogno è di fare la giornalista, sappi che quello che hai prodotto ieri a Mattino 5 è tutto tranne che giornalismo.

  2. Continuate a “tenerci al corrente” e informati! Grazie!!!!

  3. Mi piacerebbe pensare che i giornalisti hanno prodotto questo senza consapevolezza, ma non è così. Secondo me andrebbe fatto un discorso di cosa è Mediaset, cosa propongono le sue reti, a cosa puntano. C’è qualcuno che non ha l’impressione che siano una parte dei killer del Presidente? Fanno ciò che gli pare, e te lo sbattono in faccia.

  4. Io non so se esiste un progetto eversivo e se una parte della magistratura (sempre di sinistra ovviamente) intenda ribaltare il voto popolare. Credo sinceramente di no. Ogni magistrato e’ anche un cittadino elettore e ha pieno diritto ad avere una posizione politica. Quello che conta e’ come un magistrato svolge il suo lavoro, la sua deontologia professionale. E se un magistrato indaga su un politico senza avere prove concrete, senza fondamento, solo per lotta politica sbaglia. E’ probabile che questo sia successo per alcune inchieste nei confronti di Berlusconi e questo va condannato. Tuttavia e’ molto piu’ grave quello che il potere berlusconiano sta mettendo in pratica in questi sciagurati ultimi mesi. Si stanno calpestando le regole minime della decenza. Non parliamo poi del mondo dell’ informazione, dove la situazione mi sembra si stia facendo tragica, e quest’ultimo episodio e’ l’ennesima conferma. In uno dei soliti esagitati comizi SB dice in modo sibillino che su quel giudice ne sentiremo delle belle. Una minaccia. Una cosa inaudita. Ma non basta: nessuno l’ha notato ma ad Annozero il con-direttore del Giornale (il randello di casa) dice candidamente “vi spiego io a cosa si riferiva SB, lo spieghero’ domani sul giornale”. Comeeee!!!? il con-direttore di un quotidiano nazionale dice candidamente che c’e una “combine” col presidente del consiglio per screditare un magistrato della repubblica? che lo spieghera’ lui a cosa di riferiva la minaccia di Berlusconi? E poi oggi il vergognoso e ridicolo servizio di canale 5. Un uso strumentale dei media come se ne vedono solo nei peggiori regimi autoritari e corrotti. Ora: capisco (si fa per dire) chi e’ servo del potere e ne trae guadagno e godimento materiale e intellettuale (ognuno soffre delle proprie meschine patologie) ma possibile che una grossa fetta dell’ opinione pubblica e anche di molti cosiddetti “opinion leaders” possa tollerare tutto cio’? E’ possibile continuare a sostenere una posizione di cosiddetta “terzieta’” di fronte ad un simile degrado?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: