Pubblicato da: faustocolombo | 23, settembre, 2009

Leggere Sepulveda

Ho cominciato e finito di leggere in un amen l’ultimo libro di Luìs Sepùlveda, L’ombra di quel che eravamo (Guanda): una storia malinconica di gente capace di allegria. Una storia allegra (tutto sommato) di destini malinconici. Una storia politica nel Cile post-politico, se volete. Una storia noir venata di dolcezza e umorismo. Non un capolavoro, ma un libro da leggere. 

Amo Sepùlveda. Per qualche tempo, durante la presentazione di Boom, leggevamo in pubblico un pezzo del suo Il mondo alla fine del mondo, la parte della storia dove il ragazzino convince i duri balenieri a imbarcarlo raccontandogli Moby Dick.

Stasera, se a qualcuno interessa, leggerò brani del suo Il vecchio che leggeva romanzi d’amore durante la bella iniziativa di Vivere con lentezza, Leggevamo quattro libri al bar.

Informazioni ulteriori le trovate qui.

Ok ok, questo post sembra un annuncio telegrafico. Ma vi rendete conto che sono le otto del mattino e io devo uscire per andare a un dibattito in Regione? :-( 

Buon vento.


Responses

  1. …allora leggero prestissimo il nuovo libro di Sepulveda, l’unico che ancora non ho letto. Grazie per il suggerimento.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: