Pubblicato da: faustocolombo | 18, settembre, 2009

Un anno (e non sentirlo)

Circa un anno fa ho avuto l’idea di questo blog. Mi sembra un secolo. Mi sembra di avere sempre condiviso con i naviganti la tolda di questa smandrippata nave. Di questi tempi non ho gran voglia di bilanci, ma mi piace condividere qualche ricordo e rileggere il diario di bordo con chi vuol sedersi alla dinette e bersi un bicchiere.

Avevo voglia di cambiare qualcosa nella mia didattica, e così con i miei collaboratori abbiamo provato a inventare qualcosa. Eravamo nel mio studio con questo gruppo di ragazzi e meno ragazzi che non scambierei con nessun altro gruppo al mondo. Ci siamo messi a discutere, a scegliere insieme la piattaforma.

Ho dovuto pensare il titolo, ed è venuto fuori quasi da sé (dice Musil dell’intuizione che è lo stizzoso stupore che ti prende quando scopri che le idee si sono associate nel tuo cervello a tua insaputa). Poi abbiamo cercato il lay-out…

Pensavo in origine – da buon silver surfer – che avrebbero fatto molto loro. Poi ho cominciato a scrivere, e le cose sono cambiate in fretta. Perché ho scoperto che dire le idee agli altri è diverso, molto diverso dallo scriverle su un taccuino.

Il blog è cominciato per i miei studenti e rivolto a loro. Ma poi hanno cominciato a leggerlo dei colleghi. Qualcuno si è anche risentito per qualche mio post o per qualche commento. Ma tant’è: questi sono i rischi dello scrivere in pubblico. Poi si sono aggiunti alcuni vecchi studenti, alcuni spettatori di mie conferenze, alcuni lettori dei miei libri… vecchi studenti… vecchi amici. Una piccola nave dei folli. Ho qualche commentatore quasi fisso, come dei comandanti in seconda. Forse qualche fan. Credo molti amici (e qualche nemico). Questo blog è diventato come me. Ma in fondo, io sono diventato come questo blog imparando dagli altri che ci scrivono.

Da quando siamo nel mare aperto di internet, abbiamo avuto 54000 hits, con una media di 4500 al mese (con una punta a oltre 6000). Da gennaio uso le statistiche di Shiny stat, e scopro che abbiamo una media di 100 visite e 200 pagine viste al giorno.

Sulla nave, volutamente o per sbaglio, sono passati passeggeri di tutti i continenti salvo l’Oceania, e per quanto riguarda il nostro continente, di 26 Paesi europei. Gli italiani sono di tutte le regioni, grandi città e paesini.

Questo è un piccolo blog, naviganti, una piccola casa, parva sed apta mihi (et nobis). Vi ringrazio di abitarla con me, di lasciarci idee e ricordi, di manifestarmi il vostro affetto e qualche volta le vostre critiche. Un anno, e non sentirlo. Un anno, e cambiare davvero.

Buon vento, con tutto il cuore.


Responses

  1. Lunga vita a questo blog, davvero🙂

  2. Buon vento al capitano e ai migranti che trasporta🙂

  3. Mi associo all’augurio di buon vento, di tutto cuore. Perchè questo posto è importante per lei tanto quanto per noi.
    : )
    V.

  4. Che fortuna averLa “incrociata” in rete prof. Colombo! Questo lo devo a mia figlia che un pomeriggio mi ha incaricato di controllare in Internet le date di ricevimento del suo prof . preferito, in Università….
    Da allora seguo i movimenti sul blog, leggo e diffondo tra anmici, colleghi e conoscenti; di questi tempi c’è bisogno si sentire qualche “nota fuori dal coro”, tanto sono nauseata dai media in generale (a parte qualche trasmissione nello specifico, ma che “stranamente” viene messa in onda in orari serali piuttosto scomodi).. Mi farebbe piacere un suo pensiero in merito alla foto del recente attentato di Kabul apparsa su “Il Riformista” di ieri. Non ho parole….E questa ci ostiniamo a chiamarla informazione? Grazie e….continuiamo a far fronte alle onde sempre con maggior forza, convinzione e determinazione…tante persone insieme formano una formidabile scialuppa. Grazie! Buona giornata

  5. Grazie, naviganti. Grazie di cuore. @Itala: ho seguito la segnalazione e ho cercato la foto in rete. L’ho ritrovata pubblicata dal Riformista con il dibattito e le spiegazioni della testata. La mia posizione è che queste foto violano l’intimità dei morti, e che i morti – soprattutto quelli che sentiamo o dovremmo sentire vicini – fanno parte di noi e della nostra cerchia. Trattarli come cose è brutto e disonesto. Ricordo sempre Bazin, che definiva pornografia e oscenità la mostra della morte e dell’amore: due cose intime, che attengono alla nostra individualità. Non posso aggiungere altro. Sono sopraffatto dal dolore – e dalla vergogna.

  6. Lunga vita a questo blog!!! Quello di darci una sbirciatina é entrato a far parte della mia routine quotidiana… Non ho chiesto di salire su questa nave, ma mi ci sono ritrovata a bordo con piacere. Nessuno fino ad ora mi ha chiesto di esibire il “i documenti” e questo mi convince che la navigazione é aperta: grazie per l’accoglienza! “Navigando”si ha la possibilità di “visitare”e conoscere, di approfondire (=la voglia di sentire “altre campane”)… ci si sente come rinvigoriti…;si acquisiscono dimistichezza con le “onde”e forse un pò di timore in meno dell’acqua scura…Prof. Colombo mi consenta di esprimerLe tutta la mia gratitudine ed un personale riconoscimento, come mamma, riguardo alla Sua figura professionale di educatore e di docente . Sono felice che anche Lei, sulla scia di Sandro Pertini, riesca a “muovere”nei nostri giovani l’amore per l’informazione, la ricerca della “verità” unite alla schiettezza, all’umiltà ed alla cordialità nei rapporti umani. Formidabile la sua battuta di ieri riguardo a chi “canta un Presidente in musica” e “chi la sua canzone se la fa da solo”…. E che il vento ci sia favorevole…

  7. @itala: grazie, grazie, grazie, anche dei complimenti che non mi merito. i naviganti su questa nave si incontrano dappertutto, questo è il bello. anche se per un frammento di tempo e di vita, si incontrano anche giù dalla nave. di questo io ringrazio tutti i naviganti e questo blog, che ogni tanto procede da solo, anche se il suo timoniere si addormenta…


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: