Pubblicato da: faustocolombo | 29, luglio, 2009

Dall’estate (sui libri da leggere)

Dovrei essere via, veramente. Dovrei essere sulla barca del comandante e per una volta, come mi capita quando navigo sul serio, lasciargli fare e limitarmi a seguire le indicazioni: lasca, cazza, vai a prendere la trappa, fila l’ancora eccetera. Invece sono inchiodato ancora qui da un sacco di storie di lavoro e personali, con cui non vi ammorberò. Però, per…ò mi arriva la richiesta di Cliffhanger (riconosco il soggetto…) di qualche indicazione su libri da leggere. 

Personalmente sto leggendo Marina di Zafon. Un’opera prima dell’autore di L’ombra del vento, grande cantore di Barcellona. Poi mi toccherà Il fantasma di Stalin, di Cruz Smith, perché amo il suo investigatore russo Arkady Renko, la sua intelligenza e la sua malinconia.

Ma posso anche raccontare qualche lettura recente: Venuto al mondo, della Mazzantini, che mi ha fatto piangere in Bretagna, l’ultimo Camilleri, con il suo Montalbano più vecchio e più triste, alla ricerca di Fazio che non si trova, e di una storiaccia che gli lascerà come sempre negli ultimi tempi l’amaro in bocca.

Intanto ho esplorato il giallo norvegese con la Holt, e mi sono divorato l’ultimo Faletti, di cui penso sia uno dei pochi veri autori di best-sellers italiani, nel senso che non pretende di fare grande letteratura, ma sa come si cucina un thriller (e comunque non fa grande letteratura, va detto, neanche per sbaglio).

Vorrei fare di più, Cliffhanger. Ma prendetemi come sono di questi tempi. Al ritorno andrà meglio, lo prometto.

Sì, comunque: buon vento anche a te.


Responses

  1. Anch’io sto leggendo un libro di Zafon (dopo aver letto il bellissimo “L’ombra del vento”): Il gioco dell’angelo.
    se non l’hai già letto ti farò sapere com’è…ovviamente aspetto un tuo commento su “Marina”

    Allora…buon vento con Zafon

  2. Anche io ho pianto tanto con “Venuto al mondo”…la Mazzantini riesce sempre a parlare nel “profondo”.
    Sempre della stessa autrice anche “non ti muovere” è un libro stupendo.

    L’ulimo romanzo di Camilleri ci descrive un Montalbano un pò invecchiato è vero, ma a mio parere non tutti i mali vengono per nuocere: potrebbe essere il momento per riflettere su tante cose da tempo tralasciate..non so se concorda con me.

    Alla luce della partenza di sua figlia…mi posso permettere di consigliargli un libro?

    “UN POSTO NEL MONDO” di Fabio Volo.
    non aggiungo altro.

    ps: ho letto boom…complimenti! mi è piaciuto molto…

    magari farò una recensione per fusiorari (dove abitualmente faccio recensioni di libri)

    Buone Vacanze!

    Maria Lauro


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: