Pubblicato da: faustocolombo | 10, marzo, 2009

Una proposta di legge su internet

Apprendo da un articolo di Alessandro Longo, letto su Repubblica.it, di una proposta di legge a firma di Gabriella Carlucci sul tema pedofilia e internet. Secondo l’articolo si tratta di una proposta molto limitante dei diritti di circolazione di contenuti sulla rete, e non si capisce il nesso con la pedopornografia. Trovo nell’articolo il link al blog dell’on. Carlucci e vado a vedere la proposta, che effettivamente vi è presentata.
Ho molti elementi di sconcerto. Si tratta di un tentativo che avrebbe evidentemente il risultato di ridurre la circolazione di contenuti free, o almeno così mi pare. Mi piacerebbe discuterne, quindi se voi naviganti avete voglia di andarvi a leggere il testo, potremmo poi far sapere all’onorevole quello che pensiamo da studenti studiosi di questi argomenti. Continuo a pensare che farsi sentire sia la cosa migliore.
Buon vento
http://www.gabriellacarlucci.it/2009/03/03/pedofilia-e-internet/proposta-di-legge/

Annunci

Responses

  1. Ragionando in modo molto pratico: ogni volta che carico un contenuto di qualsiasi natura in rete devo dichiarare le mie generalita’, come si dice in caserma. Ovviamente ci posso scrivere quello che voglio. Ma un efficientissimo “Comitato per la tutela della legalita’ in Internet” (nome che fa accapponare la pelle: equivale a “Comitato per la tutela della legalita’ nel Cosmo”) composto di nove persone che saltuariamente si ritrovano dopo pranzo in qualche ufficio ministeriale romano, controllera’ gli indirizzi IP di tutti i contenuti up-loadati in rete (qualche miliardata al giorno) ed andra’ dai service providers a chiedere a chi corrisponde quell’ indirizzo IP, a quale nodo ultimo della rete appartiene, a chi corrisponde anagraficamente quel nodo e se coincide col nome dichiarato sul contenuto che e’ stato caricato. Tremate tutti voi che postate contenuti chiamandovi pippo, gino, e ciccina93, stanno per scattare pesanti sanzioni!
    E’ chiaro che parliamo di una pretestuosa buffonata. Ex abrupto poi si parla di diritto d’autore. Allora forse si capisce dove si vuole andare a parare veramente….

    Tira un brutto vento!

  2. Vedo che non sono l’unico a sentire i brividi per la schiena…

  3. Ho immagini alla Matrix: come si può provare che la mia identità su internet non sia la sola identità con la quale io mi rconosca?
    🙂

    Personalmente ho i brividi da quando si parlava di far registrare ogni singolo blog esistente come prodotto editoriale: mi immaginavo i blog delle dodicenni tutti pieni di glitter e Hello Kitty sottoposti al vaglio delle autorità ministeriali…

  4. Faccio inoltre notare che durante la giornata europea per la protezione dei dati personali dedicata ai social networks (si e’ svolta proprio in Cattolica ed io ero presente per motivi professionali) Mauro Paissan ha consigliato di frequentare questi strumenti con nicknames e con credenziali inventate. Per lo meno lui fa cosi’, ha confessato. Il Prof. Pizzetti annuiva: saranno loro le prime vittime dell’ occhiuto provvedimento 🙂
    Ho l’ impressione che il Potere inizi ad essere seriamente infastidito dalla democrazia del web…o dalla democrazia in generale?

  5. Trovo sul Sole on line questo bell’articolo, che sintetizza le obiezioni più sensate: http://www.b2b24.ilsole24ore.com/articoli/0,1254,24s2401_ART_96924,00.html?lw=2401;3.
    Per la cronaca, a proposito della paternità della proposta, riconosciuta come di Davide Rossi, Presidente di Univideo, ho seguito la prassi indicata da altri blog: ho scaricato il file di word, ho aperto le proprietà e ho letto che è effettivamente di Rossi. A proposito delle competenze informatiche di questi promotori…

  6. Concordo con tutti gli interventi… Ricordo che qualche tempo fa, su spinta della Commissione europea, si era aperto un “dibattito” (prof: possiamo chiamarlo “dibattito”?!) sulla necessità di regolamentazione della rete, ospitato da alcuni quotidiani. Ricordo diverse posizioni (ad esempio, “è una questione molto complessa, lontana dai canoni -giuridici e non solo- tradizionali per poter essere regolamentata come tale”, “è una fattispecie che richiede la consultazione di tutti gli attori in gioco, a partire da chi la rete la vive quotidianamente… una regolamentazione “dal basso”, and so on), ma soprattutto un paio di interventi di Rodotà su “La Repubblica” (con qualche accenno a internet e la pedofilia… lì sì che se ne parlò!!!). Tra le tante questioni, il giurista richiamava l’attenzione sulla COMPLESSITA’ DEL FENOMENO… e allora io mi chiedo: ancor prima di entrare nel merito dei contenuti della proposta di Legge, come si può accettare che un testo di 4 paginette e “ben” (?!?!?!) 4 articoli pretenda di “riportare l’ordine nel caos”? (oltretutto delegando il controllo -ma controllo di chi e di cosa?!?!?!- a persone -età media presunta?- che magari hanno pure poca dimistichezza con la rete e con la complessità…).

    Spero di essermi spiegata abbastanza…

  7. Davide Rossi di Univideo ovviamente difende, in modo legittimo, gli interessi del business dei DVD e fin qui..
    pero’ si mette anche a fare il sociologo dei media e sentite cosa afferma su internet:
    http://www.e-policy.it/2009/03/davide-rossi-univideo-e-internet/

    certo che se mettiamo lui – o peggio persone che la rete non la conoscono per niente- a legiferare sulla materia si partoriscono simili mostri!
    l’ argomento e’ oltremodo interessante, come tutto il resto di questo blog d’altronde…Complimenti!

  8. Questo forse può interessare 🙂

    http://www.webnews.it/news/leggi/10317/gabriella-carlucci-e-davide-rossi-e-andata-cosi/

    Buona serata!

    Floriana


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: