Pubblicato da: faustocolombo | 12, novembre, 2008

La libertà non è star sopra un albero…

Ieri e oggi, a lezione, ho avuito a che fare con le canzoni. Oggi, agli studenti della triennale (meglio: con gli studenti della triennale) abbiamo studiato il formato-canzone e il ruolo del testo. Abbiamo ascoltato e letto Battisti Mogol, Guccini, De Gregori… Ieri, invece, con i miei compagni di viaggio della specialistica, ho parlato del tema del tempo libero, e ho raccontato di quando, per scrivere Boom, ho cercato un modo di raccontare la libertà della mia generazione attraverso gli usi dello sport e della musica. Ho letto loro il testo de La libertà, di Giorgio Gaber, uno che mi manca molto. Il testo fa da esergo a un capitolo di Boom, e lo leggo sempre, quando vado in giro a presentare il libro. Ho provato a fargliela ascoltare, quella magnifica canzone, ma la tecnologia ci ha tradito. Così ho pensato di postarne qua una versione-omaggio presente su youtube. Su questa nave non cacciamo balene: solo spezzoni di cultura, e mi pare che qui ne abbiamo preso uno importante…

Buon vento!

Annunci

Responses

  1. ciao fausto.
    mi permetto di segnalarti quella che secondo me è la migliore versione in video de “La libertà”. Studio Uno, credo 1963.
    Il filmato è leggermente fuori sincrono. Ma gli occhi di Gaber dicono tutto quello che c’è da dire.

    http://it.youtube.com/watch?v=WYAIgWu_VXI

  2. Daniela, non l’avevo postato per via del sincrono, ma è vero che è eccezionale, e quindi grazie di averlo messo a disposizione.

  3. Non so se qualcuno te l’ha ancora segnalato, ma in Boom, dove si parla di Riccardo Bertoncelli (esperto storico di rock, grande competente di musica, e ancora oggi immenso maestro di prosa critica) si nota un passaggio fuorviante (non dirò un errore): in realtà R.B. lavorò solo per un “breve periodo” a Ciao 2001 (http://www.maggiesfarm.it/bertintervista.htm). Troppo breve per sostenere, come tu fai, che egli fosse “il critico di Ciao 2001″ (cito a memoria). Tanto più che nel periodo cui si riferisce l'”Avvelenata” B. lavorava ormai a Gong, rivista di ben altro spessore che gli commissionò la recensione incriminata, come ricorda lui stesso:
    http://www.redgolpe.com/curiosita.html#bert
    Beh, spero di esserti stato utile
    Claudio60

  4. Che dire a Claudio? Che ecco, qualche errore c’è, qua e là in Boom. Ma almeno, tramite questo blog, mi dà la possibilità di ricevere questi aiuti, integrazioni, suggerimenti di approfondimenti. Ho anche trovato in rete, da qualche parte, l’indicazione che France Galle in realtà si dovrebbe scrivere France Gall (pare fosse di origine bulgara, una cosa così). Ma Claudio ci dà una pista su cui continuare.
    Grazie, navigante. Buon vento.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: